Come determinare a cosa è allergico? Quale analisi per trasmettere un'allergia? Test di allergia Prik

Sintomi

Secondo le stime dell'OMS, fino al 40% della popolazione soffre di allergie in alcuni paesi. Gli specialisti dell'Accademia europea di allergologia e immunologia clinica hanno calcolato che in Europa ci sono circa 150 milioni di persone allergiche croniche, vale a dire il 20% della popolazione. Nonostante il fatto che questa patologia rovini la vita quotidiana per molti, le sue cause non sono ancora state chiarite, ci sono solo ipotesi.

Numerosi studi sulla diffusione della malattia in Russia sono contraddittori e frammentati. Per Mosca, dal 2015 questa cifra è stata del 15%, ma secondo le osservazioni dei medici praticanti, la cifra è discreta. Nella regione dell'Amur, fino al 90% dei residenti soffre di congiuntivite allergica stagionale. Gli allergologi attribuiscono questo principalmente alla fioritura dell'assenzio..

Cosa può causare patologia nei bambini e negli adulti?

Le sostanze i cui effetti sull'organismo provocano una reazione avversa sono chiamati allergeni. Di solito sono di origine organica, ma questo non è necessario. Una reazione avversa può svilupparsi su polvere, polline di alcune piante, cibo, peli di animali, droghe. Di solito, un allergene agisce sul corpo per un lungo periodo di tempo, il che provoca un aumento della sensibilità all'irritante. Questo processo si chiama sensibilizzazione..

Le allergie sono suddivise nei seguenti tipi, a seconda dell'irritante:

  • cibo;
  • polline (febbre da fieno o congiuntivite allergica stagionale);
  • sui fenomeni naturali;
  • farmaci;
  • prodotti chimici (prodotti chimici domestici, tossine industriali);
  • allergie domestiche (peli di animali, muffe, polvere).

L'allergia polivalente si verifica a seguito dell'esposizione a non uno, ma diversi allergeni contemporaneamente. In questo caso, si possono osservare diversi tipi di reazione. L'allergia polivalente è un evento abbastanza comune..

Ci sono diverse ragioni per lo sviluppo di allergie, ma i ricercatori non sono ancora in grado di determinare quelle esatte. Alcuni medici accusano l'eredità per lo sviluppo della malattia, perché se un bambino ha uno o entrambi i genitori sono allergici, è molto probabile che diventerà allergico. Altri sostengono che l'abuso di droghe, le cattive abitudini o l'ambiente abbiano un grande impatto sul suo sviluppo..

Sintomi principali

Quando un allergene entra nel corpo, il sistema immunitario si attiva, le immunoglobuline iniziano a secernere, gli anticorpi e i mastociti vengono sintetizzati, cellule speciali del sistema immunitario. Nell'ultima fase della reazione allergica, vengono rilasciate istamine e citochine, mediatori infiammatori. Il loro numero è determinato dall'intensità della reazione del corpo.

Le allergie possono verificarsi in molti modi. Tutto dipende dalle caratteristiche individuali del corpo, come l'allergene e la via di entrata nel corpo. Polvere, aerosol e polline di solito causano malattie dermatologiche infiammatorie, rinite allergica (naso che cola), asma, gonfiore delle mucose del tratto respiratorio e lacrimazione. Le manifestazioni più pericolose di allergie includono shock anafilattico, asma bronchiale ed edema di Quincke. Se il paziente non viene consegnato in clinica in tempo, le complicanze possono portare alla morte.

Gli alimenti possono causare dolore addominale, vomito e nausea, gonfiore del cavo orale, interruzione del tratto digestivo. L'intolleranza, in cui al paziente mancano gli enzimi necessari per l'assorbimento di determinati nutrienti, deve essere distinta da questo tipo di allergia. L'intolleranza psicologica del cibo si distingue anche. In tutti i casi, il paziente lamenta disturbi del tratto digestivo, ma il sistema immunitario non è coinvolto in questo processo..

L'elenco dei sintomi tipici che i pazienti chiamano allergie comprende:

  • orticaria;
  • rigonfiamento
  • dolore agli occhi;
  • tosse;
  • congestione nasale;
  • starnuto.

Con l'azione costante di un allergene, sono possibili perdita di coscienza, disorientamento, shock anafilattico, ecc. I sintomi più comuni possono indicare un'altra malattia. In questo caso, gli antistaminici non porteranno sollievo. È necessario sottoporsi a una diagnosi per determinare con precisione le cause dei sintomi..

Come identificare il tipo da soli?

Come determinare a cosa è allergico? Il modo più semplice è identificare in modo indipendente un allergene alimentare. Le manifestazioni acute della malattia possono essere rimosse osservando una dieta rigorosa. Quindi il paziente deve essere trasferito in una dieta mono, che include solo acqua senza gas e un prodotto al quale non si verificano reazioni avverse. I nuovi prodotti vengono aggiunti uno alla volta ogni 2-3 giorni. In questo caso, la condizione umana deve essere registrata. Quindi, a turno, puoi identificare tutti i cibi allergenici.

Come capire a cosa è allergico se il cibo non causa un deterioramento del benessere? Dovremo tenere un diario in cui è necessario riflettere gli eventi del giorno e registrare il tuo benessere. A poco a poco, possono emergere modelli nella manifestazione di segni di allergia. Ad esempio, irritazione sulla pelle dopo aver usato una certa crema solare, macchie rosse sui punti in cui è stato applicato il profumo. Se il bambino respira più facilmente e tossisce meno dopo la pulizia con acqua, il problema potrebbe essere dovuto alla polvere domestica.

Test per la diagnostica domestica

Come verificare se c'è un'allergia? Le catene di farmacie vendono speciali test espressi progettati per l'uso indipendente a casa. Una piccola quantità di sangue viene applicata sulla striscia. Quando viene rilevata una reazione a un allergene, viene visualizzato un segno più nella finestra delle informazioni e, se è assente, viene visualizzato un segno meno. Il risultato del test è noto dopo 30 minuti. L'insieme di allergeni in tali test allergologici è limitato e l'accuratezza è insufficiente. Quindi fare affidamento esclusivamente su test rapidi per la diagnosi non ne vale la pena.

Metodi di ricerca di laboratorio

Come determinare a cosa è allergico? È necessario consultare un medico che valuterà le condizioni del paziente, prescriverà le procedure diagnostiche appropriate e il regime terapeutico. La consultazione con un allergologo è obbligatoria per bambini e adulti. Anche se una persona sa esattamente a cosa è allergica, si raccomanda di fare dei test per accertarsi della diagnosi, identificare possibili altri allergeni e prescrivere il giusto trattamento. I test cutanei più comuni per allergie ed esami del sangue.

Esame del sangue clinico generale

Questa analisi (ROVERE) consente di differenziare una reazione allergica. Sintomi come orticaria, eruzioni cutanee o eczema possono indicare malattie dermatologiche e le allergie respiratorie sono spesso accompagnate dagli stessi sintomi delle infezioni del tratto respiratorio superiore o inferiore. Per determinare con precisione che il paziente soffre di una reazione allergica e non di un'altra malattia, prescrive un controllo dell'account utente.

Il sangue viene donato la mattina prima di colazione. L'ultimo pasto dovrebbe essere dodici ore prima del test. Dopo aver preso il materiale biologico, gli assistenti di laboratorio contano il numero di cellule speciali - eosinofili. Il loro sangue non dovrebbe superare il 5% se la persona è in buona salute. Un aumento degli indicatori indica la probabilità di allergie, ma può anche essere osservato con lesioni parassitarie. Pertanto, al complesso viene assegnata un'analisi per rilevare i parassiti. In caso contrario, viene diagnosticata un'allergia..

Analisi per la determinazione dell'immunoglobulina totale E

Quale analisi per trasmettere un'allergia? Uno studio sul contenuto di immunoglobulina totale E è prescritto per tutti i pazienti in cui il medico sospetta un'allergia. Le immunoglobuline (anticorpi) neutralizzano le cellule estranee. Normalmente, si trovano nel sangue in una piccola quantità. Il contenuto di immunoglobulina E cambia con l'età, ma non deve andare oltre i limiti consentiti:

  • neonati e bambini di età inferiore ai due anni - 0-64 mIU / l;
  • da 2 a 14 - 0-150 mIU / l;
  • 14-18 anni - 0-123 mIU / l;
  • adulti sotto i 60 anni - 0-113 mIU / l;
  • adulti oltre i 60 - 0-114 mIU / L.

Con una reazione allergica, il livello di immunoglobulina E aumenta in modo significativo. Più alto è l'indicatore, più lungo è il contatto con la sostanza. C'è la possibilità di ottenere il risultato sbagliato, quindi è necessario prepararsi per l'analisi in un certo modo. Tre giorni prima del test, dovresti evitare lo sforzo fisico, il sovraccarico nervoso e il surriscaldamento, rifiutare l'alcol. Non mangiare cibo per dodici ore. È severamente vietato fumare due ore prima di assumere materiale biologico.

Analisi per la rilevazione di immunoglobuline specifiche

Le procedure diagnostiche sopra descritte consentono di differenziare una reazione allergica, ma non determinano l'allergene. Ma come capire cos'è l'allergia? Per questo, viene prescritto un esame del sangue per rilevare immunoglobuline specifiche G ed E. Le regole per la preparazione del test sono le stesse dell'analisi per gli anticorpi. Ma in laboratorio, tale studio è condotto in un modo leggermente diverso. Quindi, come identificare un allergene?

In condizioni di laboratorio, il materiale biologico è diviso in piccole porzioni e mescolato con possibili allergeni: sostanze chimiche, componenti pollinici di varie piante, piume e peli di animali domestici, vari prodotti alimentari e così via. Successivamente, gli esperti esaminano la reazione e calcolano la risposta del sistema immunitario. Più alto è il risultato, più una persona è pericolosa per un particolare prodotto o sostanza. La reazione è classificata come bassa, media o alta. Il primo risultato significa che la sostanza è relativamente sicura. Medio - è desiderabile evitare il prodotto e alto - la sostanza provoca allergie, il contatto con esso dovrebbe essere completamente eliminato.

Non è richiesta alcuna decodifica speciale del test allergologico, poiché il paziente riceve i risultati nelle sue mani sotto forma di una comoda tabella. La reazione può essere indicata da parole ("basso", "medio", "alto") o da segni convenzionali ("+", "++", "+++"). Dipende dal laboratorio. Un indicatore quantitativo è l'indice di avidità degli anticorpi, che è espresso in percentuale. Questo numero indica quanto tempo è trascorso prima dell'inizio della reazione. Più alto è l'indice, maggiore è.

Test delle allergie cutanee come metodo diagnostico

Un test cutaneo allergico è uno dei modi migliori. Lo studio consente di identificare gli allergeni. Come viene eseguito un test allergologico? Usando uno strumento speciale, uno specialista graffia la pelle e applica il farmaco dal pannello di allergeni. La risposta a un test cutaneo di scarificazione viene valutata dopo venti minuti. Se compaiono arrossamenti o gonfiori, la sostanza è un allergene. In caso contrario, non vi è stata alcuna reazione. Un prik test è un modo rapido, conveniente, economico e affidabile per diagnosticare malattie allergiche, ma c'è un piccolo rischio di ottenere un risultato falso positivo o falso negativo. Un altro svantaggio del test è la possibilità di effettuare solo da dieci a quindici campioni in una procedura.

Che cos'è un pannello allergie?

Il numero di possibili allergeni è enorme. Una reazione avversa può essere causata da cibo, peli di animali, prodotti chimici domestici, componenti cosmetici, polline di piante, ecc. Inoltre, l'elenco dei possibili allergeni varia a seconda del paese e persino della regione e differisce anche in diversi gruppi sociali. Pertanto, nella diagnostica di laboratorio, le sostanze che possono causare allergie sono raggruppate in pannelli. Questi gruppi includono quelli più comuni che una persona può incontrare nella vita reale..

Come determinare a cosa è allergico? Di solito vengono utilizzati quattro pannelli allergologici per i test..

  1. Il pannello degli allergeni alimentari comprende latte, proteine ​​e tuorlo di pollo, patate, pomodori, sedano, nocciole, noci e mandorle, farina di arancia, grano e segale, semi di sesamo, soia, arachidi, caseina, merluzzo, granchio, mela.
  2. Pannello di allergeni per via inalatoria: due tipi di zecche e polvere, il mantello di alcuni animali domestici, dito di ontano.

Per un test cutaneo di scarificazione, i bambini usano i componenti di un pannello allergologico pediatrico. Questo è ciò che più spesso provoca una reazione durante l'infanzia:

  • Latticini;
  • erbe aromatiche;
  • acari della polvere domestica;
  • polline di betulla;
  • lana e particelle di pelle di animale;
  • tuorlo d'uovo e proteine.

Il pannello misto per un test prik include l'inalazione principale e gli allergeni alimentari.

Caratteristiche delle analisi in bambini e adulti

Come determinare a cosa è allergico il bambino? I test per adulti e piccoli pazienti in alcuni casi vengono eseguiti in modo diverso. I bambini di età inferiore ai tre anni non sottopongono a test allergici cutanei, quindi una reazione può essere rilevata solo con un esame del sangue. Non ha senso produrre KLA per l'immunoglobulina totale nei bambini di età inferiore ai sei mesi, poiché l'immunità non è stata ancora formata. Inoltre, viene utilizzato un pannello speciale per determinare a cosa è allergico il bambino..

Trattamento

Il modo in cui determinare l'allergia è comprensibile, sebbene la diagnosi possa richiedere un tempo sufficiente. Circa il 90% dei pazienti che visitano un medico con sintomi caratteristici di una reazione allergica soffre di allergie alimentari. I sintomi spiacevoli in questo caso causano l'assunzione di un determinato prodotto, anche in piccole quantità. Molto spesso, c'è una reazione a dolci, agrumi, uova di gallina. Ma ci sono allergeni individuali. Le vie respiratorie sono espresse in reazioni a forti odori, pollini o polvere. Durante la diagnosi, potresti anche essere allergico ad alcuni farmaci..

I farmaci che il medico prescriverà non aiuteranno a liberarsi completamente della patologia. Ma poi i suoi sintomi si attenueranno. I farmaci influenzano il sistema immunitario, limitando la sintesi di sostanze che causano segni della malattia. Un allergologo può prescrivere pillole, spray nasali, colliri, iniezioni o inalazioni..

Gli antistaminici sono ampiamente utilizzati. I farmaci di prima generazione (come Difenidramina, Tavegil o Suprastin) sono economici e ad azione rapida, ma causano effetti collaterali come sonnolenza e affaticamento. Sostanze come la loratadina, la levocetirizina, la fexofenadina sono contenute nella nuova generazione di farmaci. Sono efficaci, possono essere usati per trattare le allergie croniche..

A volte il trattamento non porta alcun effetto. Quindi ricorrere all'uso di farmaci ormonali, che appartengono alla classe dei glucocorticosteroidi. Nella maggior parte dei casi vengono utilizzati pomate per uso esterno, ma esistono anche pillole ormonali. Per evitare effetti collaterali, gli allergologi prescrivono tali farmaci in brevi corsi.

Il medico può raccomandare l'immunoterapia al paziente. Questo metodo di trattamento prevede l'esposizione al corpo con un allergene a piccole dosi. La sostanza viene iniettata o sotto forma di una compressa sotto la lingua. In alcuni casi, ciò consente di eliminare definitivamente le allergie. Ma il successo del risultato dipende fortemente dalla risposta individuale del paziente. Le condizioni del paziente durante l'immunoterapia devono essere costantemente monitorate. Se c'è il rischio di gravi complicazioni, dovresti sempre indossare un iniettore di adrenalina automatico e un braccialetto medico.

7+ segni insoliti di allergie che possono essere confusi con i sintomi di altre malattie

Ragazzi, mettiamo la nostra anima in Bright Side. Grazie per,
che scopri questa bellezza. Grazie per l'ispirazione e la pelle d'oca..
Unisciti a noi su Facebook e VK

Nel Regno Unito, c'è un ragazzo di nome Finley Ranson che non può mangiare altro che dolci artificiali. Tutti gli altri prodotti lo fanno sanguinare. Per fornire a Finley proteine, vitamine e altre sostanze benefiche, viene alimentato attraverso un tubo. Una così strana reazione di un bambino al cibo è causata da una grave forma di allergia. Per altri sintomi imprevisti (ma meno terribili) di questa malattia, leggi l'articolo.

Bright Side ti augura buona salute in autunno e naso che cola. A proposito, il trattamento profilattico delle allergie è stato più efficace della terapia dopo l'esposizione a un allergene, quindi non dovresti essere distratto nel prescrivere un medico.

1. Crampi addominali

Il dolore addominale acuto improvviso può essere un segno di ulcere allo stomaco, appendicite, colecistite, calcoli renali e altre malattie pericolose. Se le sensazioni non sono troppo forti e insorgono immediatamente dopo aver preso un determinato piatto, è possibile che tu soffra di intolleranze alimentari o allergie.

I sintomi di queste malattie sono spesso simili ai problemi digestivi: oltre al dolore addominale, sono possibili diarrea e aumento della formazione di gas. Tuttavia, potrebbero esserci anche segni che indicheranno direttamente la presenza di una reazione allergica:

  • eruzione cutanea;
  • gonfiore della lingua e delle labbra (10-15 minuti dopo l'inizio dell'assimilazione del cibo o immediatamente);
  • insufficienza respiratoria;
  • eruzione cutanea intorno alla bocca;
  • la comparsa di arrossamenti e prurito delle superfici sulla pelle;
  • gonfiore della gola o della bocca.

Molto spesso, le allergie alimentari sono causate da arachidi, noci, uova, latte, pesce, frutti di mare, crostacei, soia e grano. Se il dolore si verifica poco dopo aver consumato uno di questi (o altri) alimenti, escluderlo temporaneamente dalla dieta..

2. Nausea e vomito

La nausea e il vomito negli adulti di solito si verificano con intossicazione alimentare e talvolta con un'infezione batterica o virale. Inoltre, questi sintomi possono indicare la sindrome dell'intestino irritabile (di solito accompagnata da bruciore di stomaco e gonfiore).

Nei bambini, il vomito può essere dovuto a febbre, avvelenamento, infezione virale, eccesso di cibo o tosse grave.

In alcuni casi, questi segni sono manifestazioni di un'allergia, molto spesso cibo. Inoltre, possono essere accompagnati dagli stessi sintomi del dolore addominale: mancanza di respiro, eruzioni cutanee, gonfiore.

Ricorda che le allergie possono verificarsi non solo per allergeni riconosciuti come pesci o crostacei, ma anche per alimenti considerati ipoallergenici, come le banane. E se dopo un bicchiere di latte ci sono solo problemi con il tratto gastrointestinale, allora potresti avere intolleranze alimentari.

3. Eruzioni cutanee sotto forma di orticaria

L'orticaria è un'eruzione cutanea rossa e pruriginosa sotto forma di piccole vesciche. Queste eruzioni allergiche possono essere una reazione a punture di insetti, farmaci, cibo, freddo o luce solare. A volte l'orticaria è causata dall'allergia da contatto (ad esempio su una crema, detersivo o succo di pianta).

Occasionalmente, sintomi simili si verificano con febbre da fieno o asma e nella metà dei casi non è possibile stabilire i fattori che causano l'orticaria. Ci sono casi in cui si è verificata un'eruzione cutanea di questo tipo durante lo sforzo fisico e anche dopo il contatto con l'acqua. Si ritiene che le eruzioni cutanee abbiano causato impurità nell'acqua..

L'orticaria allergica non deve essere confusa con un'eruzione cutanea causata da:

  • grave stress;
  • infezioni
  • infezione da parassiti;
  • Malattie autoimmuni.

Negli adulti, l'orticaria cronica può anche essere un sintomo di patologia tiroidea, epatite o cancro..

Se le eruzioni cutanee nei bambini sono accompagnate da febbre e febbre, possono essere causate da qualsiasi malattia infettiva: morbillo, rosolia o scarlattina.

4. Rossore degli occhi, lacrimazione

Rossore, bruciore, lacrimazione e irritazione oculare possono essere sintomi di congiuntivite allergica. Di solito questi sintomi sono accompagnati da altri: starnuti, congestione nasale.

  • di solito osservato in determinati periodi dell'anno;
  • si verifica subito dopo l'esposizione a un allergene;
  • estremamente raramente accompagnato dal rilascio di muco dagli occhi;
  • la vista rimane normale, non c'è sensazione di affaticamento degli occhi.

Questi segni ti aiuteranno a distinguere le allergie dalla congiuntivite virale e batterica e dalla sindrome dell'occhio secco..

Le persone con allergie stagionali possono avere occhiaie e palpebre gonfie. In casi difficili, è possibile la sensazione di un corpo estraneo negli occhi e la fotofobia.

Si noti che non vale la pena lanciare congiuntivite allergica, soprattutto in forma grave. Gravi arrossamenti e irritazioni agli occhi possono compromettere la vista.

5. Tosse

Una tosse secca cronica che dura più di 3 settimane può essere una manifestazione di allergia o asma. Spesso accompagnato da altri segni di allergie, in particolare starnuti e congestione nasale..

La tosse allergica può essere confusa con bronchite cronica, tosse del fumatore, soffocamento, sindrome postnasale (quando il muco in eccesso si accumula nel naso e da lì entra nella gola), reflusso gastroesofageo, in cui parte del contenuto dello stomaco ritorna all'esofago.

6. Respiro sibilante, respiro sibilante

Il respiro sibilante o sibilante che si manifesta nei polmoni è spesso un sintomo di allergia o asma. Spesso il respiro sibilante si combina con la tosse. Asma e allergie possono accompagnarsi a vicenda..

È urgente consultare un medico se si soffre di respiro sibilante per la prima volta o se non si è mai sofferto di allergie.

Ecco alcune delle cause più probabili di respiro sibilante:

  • bronchite acuta;
  • insufficienza cardiaca;
  • groppa (nei bambini);
  • polmonite;
  • Gambero;
  • edema polmonare;
  • broncopneumopatia cronica ostruttiva e altri.

Un'altra causa comune di respiro sibilante è entrare nei polmoni di un corpo estraneo. Un simile pericolo, come sapete, sta aspettando i bambini.

7. Gonfiore della lingua, difficoltà a deglutire

Gonfiore di lingua, gola, labbra e bocca, difficoltà a deglutire, prurito o bruciore in bocca, sono anche alcune delle possibili manifestazioni di allergie. In genere, questi sintomi iniziano a disturbare dopo aver mangiato noci o frutta e verdura crude. Le persone con questa forma di allergia hanno spesso una reazione al polline di betulla, ambrosia e alcune altre piante..

Poiché le persone inclini al gonfiore della lingua e della gola hanno il rischio di anafilassi, una reazione che può portare alla morte, devono avere adrenalina per iniezione. A questo proposito, è importante consultare un allergologo.

A proposito, l'uso di frutta e verdura trattate termicamente di solito non è pericoloso. Nel processo di cottura, stufatura o cottura, le proteine ​​del prodotto cambiano la loro struttura e non causano più una reazione.

La difficoltà a deglutire, respiro sibilante e mal di gola può essere causata da uvulite - infiammazione della lingua palatina. Oltre alle allergie, il gonfiore della lingua può essere un sintomo delle seguenti malattie:

  • raffreddori e influenza;
  • mononucleosi;
  • semole;
  • infezioni batteriche (ad es. mal di gola);
  • Malattie trasmesse sessualmente.

L'uvulite può anche essere causata dal fumo, dalla disidratazione o dal risultato di una lesione..

8. Altri sintomi di allergia

Alcuni sintomi associati alle allergie sono difficili. Per distinguerlo dalle altre malattie, ricorda che una reazione a un irritante di solito si verifica entro un quarto d'ora dopo l'esposizione a un allergene (meno comunemente, entro poche ore). La reazione al polline e ad altri allergeni presenti nell'aria non è accompagnata da febbre, a meno che non sia una complicazione di un'altra malattia.

Ecco alcuni sintomi allergici più poco conosciuti:

  • mal di testa;
  • polso debole, vertigini;
  • fatica;
  • pelle pallida o bluastra;
  • depressione;
  • difficoltà a dormire.

Ricorda che un forte gonfiore, un colore della pelle malsano, una sensazione di soffocamento, vertigini e respiro sibilante dopo il contatto con un possibile allergene sono un motivo per causare un'emergenza. Non rischiare la tua salute o la vita dei tuoi cari.

Hai spesso allergie? Quali metodi di gestione di questo disturbo conosci? Stiamo aspettando i tuoi commenti.

10 domande sulle allergie

Alle domande risponde il capo della Clinica di Dermatovenerologia e Allergologia-Immunologia,

Dermatovenerologo, Candidato di Scienze Mediche Eva Alexandrovna Vasilevskaya

La mia esperienza personale, più di 15 anni di esperienza medica, è completata dall'inestimabile esperienza dei miei pazienti che hanno sperimentato la malattia da soli. Pertanto, ho deciso di elaborare consigli e raccomandazioni volti a trattare e prevenire le malattie più comuni che rientrano nelle mie competenze sotto forma di risposte alle domande che i miei pazienti pongono più spesso.

CHE COS'È UN'ALLERGIA?

Vari disturbi che sorgono dopo il contatto con fattori ambientali (cibo, polline di piante, animali domestici e polvere, composti chimici, il sole e l'aria fredda, in effetti tutto ciò che ci circonda), sono noti fin dall'antichità. Ippocrate descrisse anche la comparsa di eruzioni cutanee e prurito dopo aver bevuto latte. Tali condizioni sono chiamate allergie..

Tuttavia, esiste una definizione scientifica di allergie. Questo è uno stato di ipersensibilità del corpo a vari fattori ambientali, che si sviluppa con disturbi del sistema immunitario.

La prevalenza di questa malattia è estremamente elevata. Secondo l'Organizzazione mondiale della sanità, almeno un caso di reazione allergica è registrato in oltre l'85% della popolazione dell'intera Terra!

COSA PU CAN PROVOCARE ALLERGIA?

I prodotti alimentari possono causare due diverse condizioni: allergie alimentari e intolleranze alimentari;

Medicine: il più delle volte aspirina, antibiotici, sulfamidici e farmaci cardiovascolari;

Infezioni e malattie parassitarie;

Allergeni inalanti: polline di piante, spore fungine, escrezioni, saliva e peli di animali, polvere e acari della casa, aerosol e composti chimici volatili;

Stress e aumento dello stress psico-emotivo;

Fattori fisici: attrito, compressione, vibrazione, basse e alte temperature, radiazioni ultraviolette, acqua e molto altro.

Qual è la differenza tra “ALLERGIA ALIMENTARE” e “Intolleranza ALIMENTARE”?

Con l'intolleranza alimentare, a differenza delle allergie alimentari, non ci sono cambiamenti nel sistema immunitario e le ragioni per lo sviluppo di reazioni di intolleranza sono spesso associate alla presenza di varie malattie concomitanti in una persona, in particolare i sistemi gastrointestinale, epatico, nervoso ed endocrino. Inoltre, le allergie alimentari persistono per tutta la vita di una persona e l'intolleranza alimentare può scomparire dopo aver eliminato le cause che l'hanno causata..

QUALI I SINTOMI SONO CARATTERISTICI PER UN'ALLERGIA?

Le manifestazioni di allergie sono diverse per forma, posizione, gravità e prognosi. La manifestazione più grave di allergia è lo shock anafilattico, che può svilupparsi in pochi minuti e si manifesta sotto forma di forte calo della pressione sanguigna, soffocamento, convulsioni, gonfiore, perdita di coscienza.

Inoltre, le allergie possono manifestarsi con sintomi del tratto respiratorio sotto forma di rinite allergica, laringite, bronchite e asma bronchiale.

Un gran numero di manifestazioni allergiche prende la pelle, e fin dalla più tenera età. Eruzioni cutanee permanenti di pannolino nei neonati, anche con la cura più attenta, eruzioni cutanee e prurito della pelle in età avanzata, screpolature persistenti o stagionali e desquamazione su palmi e piedi, gonfiore e "morsi" sulle labbra, pelle secca e mucose, stomatite persistente.

Spesso, le allergie si manifestano come sintomi dello stomaco e dell'intestino, che i pazienti assumono per "intossicazione alimentare" - vomito, coliche, mancanza di appetito, costipazione o viceversa, frequenti feci molli, flatulenza, prurito alla bocca o alla gola.

QUALI FATTORI FORMAZIONE PREFERIBILE DI ALLERGIE?

Malnutrizione della madre durante la gravidanza e l'allattamento, abuso di alcuni prodotti con una spiccata attività allergenica: caviale, frutti di mare, noci, latte, cioccolato e caffè;

Trasferimento anticipato del bambino all'alimentazione artificiale;

Nutrizione irregolare e irrazionale, abuso di cibi in scatola e fermentati;

Malattie parassitarie: vermi, giardia, yersiniosi e altri;

Uso frequente o prolungato di antibiotici, in particolare la serie di penicilline;

Clima freddo umido;

Contatto costante con funghi, microrganismi, muffe, polvere;

Lavorare in lavori pericolosi.

QUALI PRODOTTI CAUSANO ALLERGIA ALIMENTARE il più delle volte?

Un'allergia alimentare può svilupparsi dopo l'ingestione di quasi tutti i prodotti alimentari, tuttavia ci sono prodotti alimentari con attività più pronunciata. Questi prodotti includono: pesce, in particolare marino, frutti di mare (ostriche, molluschi, molluschi), noci (soprattutto nocciole e arachidi), uova, latte, frutta a nocciolo (albicocche, ciliegie, mele rosse), verdure a forma di belladonna (melanzane, pomodori), alcuni cereali (grano, avena). Spesso, la causa dell'allergia non è il prodotto stesso, ma vari additivi chimici - esaltatori di sapidità e sostituti, nonché conservanti che garantiscono la durata di conservazione. Il colorante alimentare più comune è la tartrazina, che fornisce un colore giallo arancio per il prodotto, ad esempio nei ketchup; nitrito di sodio, che conserva il colore rosso saturo di prodotti a base di carne, salsicce e salsicce. Gli additivi alimentari includono anche enzimi, addensanti, sostanze batteriostatiche, antiossidanti.

Inoltre, una reazione allergica può svilupparsi dopo aver mangiato cibi ricchi di sostanze biologicamente attive come istamina e tiramina: formaggi roquefort, camembert, dorblu e simili, spinaci e cavolo acido, salsiccia secca, fegato, avocado e caviale.

QUALI METODI DI TRATTAMENTO SONO UTILIZZATI PER LE ALLERGIE?

Per il trattamento della vera ALLERGIA, vengono utilizzati metodi terapeutici specifici e non specifici. I metodi non specifici sono finalizzati all'eliminazione dei sintomi di una malattia sviluppata e alla prevenzione delle esacerbazioni. A causa del ruolo cruciale del mediatore dell'istamina dell'infiammazione nello sviluppo di una reazione allergica, agli antistaminici viene assegnato un posto speciale nel trattamento della malattia. Ogni anno, sempre più importanti sono i metodi immunitari di trattamento e prevenzione delle allergie, volti non a eliminare i sintomi, ma a interrompere i meccanismi immunitari della predisposizione e dello sviluppo di reazioni allergiche.

Metodi specifici includono l'eliminazione (eliminazione) dell'allergene e la desensibilizzazione specifica, la cosiddetta "vaccinazione antiallergica". Questo metodo consiste nell'introdurre nel corpo del paziente sotto forma di iniezioni sottocutanee e gocce sublinguali (sotto la lingua) di dosi crescenti di allergeni causali con la formazione di "immunità stabile". Più di 20 anni di esperienza nell'uso di questo metodo hanno migliorato significativamente la qualità della vita di molti pazienti allergici.

È POSSIBILE CHE NESSUNA COSA AMMESSA DALL'ALLERGIA?

Sfortunatamente, la medicina moderna non può ancora offrire un metodo affidabile e sicuro per eliminare completamente le allergie. Tuttavia, un esame e un trattamento adeguati e tempestivi possono ridurre significativamente le manifestazioni di questa malattia, oltre a impedirne il passaggio a una forma più grave.

COME SCOPRIRE, HO UNA POSIZIONE PER L'ALLERGIA?

È molto semplice. È sufficiente fare un esame del sangue. Non è richiesta alcuna preparazione speciale per questo studio. La cosa principale durante questo periodo non è assumere farmaci volti a sopprimere le reazioni immunitarie: antistaminici, glucocorticosteroidi, antibatterici e sedativi. Se un esame del sangue mostra al medico che hai un aumento di alcuni parametri immunitari e una sensibilizzazione specifica, devi essere esaminato ulteriormente. Per fare questo, condurre "test cutanei" - l'introduzione negli strati superiori della pelle di microdosi degli allergeni più comuni. È anche necessaria la spirografia: uno speciale test di respirazione per rilevare segni di bronchite allergica e asma.

È POSSIBILE RILEVARE TUTTI I FATTORI CHE CAUSANO ALLEGRIA DURANTE L'ESAME?

Mentre la predisposizione alle allergie è facile da stabilire, identificare a volte tutti i fattori provocatori è piuttosto difficile. Quando si esegue un esame del sangue, è possibile rilevare la sensibilizzazione (sensibilità) a un numero di alimenti e fattori di inalazione. I test cutanei possono espandere ulteriormente l'elenco degli allergeni. La prossima è una ricerca di "allergeni incrociati". Le reazioni allergiche incrociate si verificano quando si mangiano alimenti che hanno strutture chimiche simili a piante, microrganismi o sostanze domestiche. Ad esempio, con un'allergia ai microrganismi fungini (muffa domestica), una reazione allergica può svilupparsi con l'uso di kefir, kvas, champagne, crauti o pane di lievito fresco, poiché tutti questi prodotti hanno strutture antigeniche comuni caratteristiche dei funghi. Tuttavia, va ricordato che la presenza di un'allergia a una sostanza appartenente a una particolare famiglia non significa che un'allergia si svilupperà a tutti i componenti di questa famiglia. Pertanto, è necessario consultare un medico che aiuterà a determinare la presenza di allergie a sostanze specifiche.

La situazione è più complicata dai fattori fisici di allergia, che causano orticaria solare o fredda, asma, dermografismo, forme vibratorie di allergie e altri. Spesso vengono eseguiti test specifici per identificare tali forme di allergie.

Quindi, per capire se hai un'allergia, devi conoscere tutte le sue manifestazioni. Tuttavia, non bisogna dimenticare che solo un medico qualificato può effettuare una diagnosi finale e prescrivere un trattamento adeguato..

Come capire cos'è un'allergia?

Oggi, ogni quinta persona sul pianeta ha reazioni allergiche.

Né gli adulti né i bambini sono immuni dagli effetti negativi dell'allergene. Come capire cos'è l'allergia? Esistono varie tecniche diagnostiche moderne che aiuteranno non solo a determinare la causa, ma anche a scegliere il trattamento giusto.

Il corpo reagisce dolorosamente a eventuali influenze ambientali negative e cerca di proteggersi da esse. Pertanto, si manifesta una reazione immunitaria all'allergene. Quest'ultimo può includere una varietà di componenti: alimenti, prodotti chimici domestici e prodotti per l'igiene personale, polvere, peli di animali domestici, muffe e funghi, polline di piante da fiore e farmaci. Per capire quali sono le allergie, devi ascoltare attentamente il tuo corpo e prestare attenzione ai sintomi e ai segni che sono sorti..

Cause di allergie

Importante! Una reazione negativa del corpo si manifesta dopo il contatto con un allergene..

Come capire cos'è l'allergia, se ci sono molte diverse fonti di insorgenza? Prima di tutto, ricorda che un allergene può svilupparsi all'interno del corpo (dalle proteine) o provenire dall'ambiente. Pertanto, le cause delle reazioni negative possono essere:

  • prodotti chimici domestici, cosmetici di scarsa qualità, polvere domestica o di libri;
  • peli di animali domestici, forfora, polline;
  • allergeni che si verificano dopo aver assunto determinati gruppi di prodotti (principalmente latte, uova, cioccolato);
  • vari allergeni infettivi sotto forma di funghi, muffe, batteri e altri parassiti.

Per capire cos'è l'allergia, è necessario ricordare correttamente, dopo di che è nata una reazione del genere? Se dopo un pasto, la causa deve essere ricercata in uno o più alimenti consumati. Una varietà di eruzioni cutanee e altre reazioni negative che compaiono sulla pelle possono indicare un'allergia a cosmetici, prodotti chimici domestici o prodotti per l'igiene personale. La congestione nasale, il gonfiore o lo starnuto, che si manifestano dopo una passeggiata in un parco fiorito, possono indicare una reazione allergica al polline delle piante. In ogni caso, è necessario limitare immediatamente il contatto con un possibile allergene e contattare un istituto medico per sottoporsi a studi appropriati. Come capire quali sono le allergie negli adulti o nei bambini? Sottoporsi a visita medica e in nessun caso autodiagnosi e automedicazione.

Quali sono i tipi di allergie??

Il corpo di ogni persona può rispondere in modo diverso alla comparsa di un allergene. Alcuni hanno un naso che cola senza motivo, mentre altri hanno numerose eruzioni cutanee. Come capire che si sta sviluppando un'allergia e quali sintomi dovrei cercare? Le sue manifestazioni principali possono verificarsi sotto forma delle seguenti reazioni:

1. La comparsa di una varietà di vesciche sulla pelle e sulle mucose del corpo, che sono accompagnate da evidente rossore e prurito. Questo tipo di reazione allergica è noto come orticaria..

2. La dermatite allergica si manifesta sotto forma di arrossamento edematoso della pelle. Se il trattamento non viene avviato in tempo, la dermatite può trasformarsi in una forma di vesciche, che scoppiano durante lo sviluppo e lasciano l'erosione sulla pelle.

3. L'eczema di tipo allergico è un processo infiammatorio della pelle e si manifesta sotto forma di prurito. Una tale reazione può generalmente verificarsi per un lungo periodo di tempo..

4. Congiuntivite allergica - una malattia della mucosa degli occhi. Tale allergia può essere riconosciuta dai seguenti sintomi: paura della luce del giorno e della luce intensa, lacrimazione costante, forti dolori agli occhi, evidente arrossamento degli organi della vista.

5. Rinosinusite di tipo allergico. Questo tipo di allergia è classificato come stagionale. Di norma, è accompagnato da costante prurito e bruciore al naso con frequenti starnuti e abbondante scarica da esso. In questo caso, gli occhi, le mucose nasali e il palato si gonfiano. I suddetti sintomi possono anche includere una sensazione di affaticamento e malessere generale, mal di testa e febbre..

6. La pollinosi, come una delle varietà di reazioni allergiche, può verificarsi accanto alle piante da fiore. Si manifesta sotto forma di tosse, mal di gola, starnuti, arrossamento e gonfiore delle mucose del naso e degli occhi.

7. La laringite allergica di solito si verifica di notte ed è accompagnata da un senso di ansia senza causa, mancanza di respiro e attacchi di tosse secca.

8. L'asma bronchiale è uno dei processi infiammatori cronici del tratto respiratorio. I principali sintomi che accompagnano una tale malattia sono attacchi di asma e tosse con espettorato sporgente.

9. Lo shock anafilattico è un tipo di reazione allergica che può manifestarsi sotto forma dei seguenti sintomi: crampi, difficoltà respiratoria, perdita di coscienza, abbassamento della pressione sanguigna a livelli critici.

Importante! Si ritiene che lo shock anafilattico sia una delle manifestazioni più pericolose di allergie, in caso si verifichi, un'ambulanza dovrebbe essere chiamata immediatamente.

Reazioni dell'animale domestico

Spesso la causa di una reazione allergica sono gli animali domestici. Allo stesso tempo, il numero di allergeni comprende non solo cani e gatti, ma anche criceti, pappagalli e cavie e persino pesci. I peli degli animali domestici sono ancora considerati il ​​principale allergene, ma anche l'urina, la saliva, le particelle di pelle esfoliata o il cibo secco possono causare una reazione negativa..

Come capire che si sviluppa un'allergia a un gatto? Come capire che esiste un'allergia a un cane? Tali domande sorgono sempre più spesso..

I sintomi della manifestazione di tale allergia, di regola, si presentano sotto forma di segni respiratori o cutanei:

  1. Rinite allergica, tosse secca persistente, congestione del seno nasale e secrezione abbondante e incolore dal naso. Anche gli organi visivi possono infiammarsi..
  2. Al contatto con un animale domestico, la reazione può apparire sulla pelle di una persona.

In casi più rari, possono verificarsi anche sintomi potenzialmente letali: attacchi di asma, soffocamento o mancanza di respiro grave.

Per capire se esiste un'allergia ai gatti, ad esempio, e come sbarazzarsi dei sintomi negativi di un allergene, è necessario:

  • sbarazzarsi dell'animale (almeno per una settimana o due);
  • eseguire la pulizia generale a umido di tutta la casa.

Se dopo 10 giorni il benessere del paziente migliorava significativamente, l'animale era l'allergene. I seguenti sono i metodi preventivi raccomandati per combattere una simile allergia:

  • cura costante per il tuo animale domestico (bagni regolari, pettinatura, pulizia della toilette e del suo posto);
  • ventilazione di tutte le stanze nella stanza;
  • frequenti pulizie a umido;

Inoltre, evitare il contatto diretto con l'animale: non stirare il mantello, non lasciarlo leccare, mordere o graffiare.

Allergie o raffreddori stagionali?

L'inizio del freddo e un cambiamento delle condizioni climatiche, di regola, sono accompagnati da forti raffreddori. Le reazioni allergiche hanno sintomi simili con la SARS. Com'è capire che si tratta di raffreddore o allergia?

Il raffreddore comune inizia a svilupparsi nel corpo umano sotto l'influenza della penetrazione del virus in esso, i batteri corrispondenti. L'allergia, a sua volta, è la reazione del corpo al contatto con un allergene. In entrambi i casi, i sintomi possono essere naso che cola, tosse, febbre.

Va notato che un raffreddore comune dura circa una settimana e le allergie accompagnano il paziente per un periodo di tempo più lungo.

Le principali differenze nei sintomi delle malattie:

  1. Con una fredda congestione nasale si verifica prima e dopo un giorno o diversi giorni, appare un naso che cola. Allo stesso tempo, durante lo sviluppo di una reazione allergica, si manifesta una congestione nasale insieme a frequenti starnuti, gonfiore della mucosa nasale e abbondante scarica da essa. Inoltre, una perdita di naso allergica è sempre chiara e acquosa..
  2. Tosse con raffreddore, spesso con espettorato, con allergie - secco senza espettorazione, con difficoltà respiratorie.

Con un raffreddore, il segno del termometro varia spesso tra 37-37,5º. Ciò significa che il corpo sta combattendo le infezioni. Quando si verifica una reazione allergica, la temperatura corporea non aumenta o sale a livelli più alti rispetto al raffreddore.

Sintomi di una reazione allergica nei bambini

A volte anche i neonati soffrono di reazioni allergiche. Come capire che i bambini sono allergici è motivo di preoccupazione per molti genitori.

Prima di tutto, le reazioni allergiche nei bambini si manifestano sotto forma di problemi:

  • dal tratto gastrointestinale;
  • di natura infiammatoria, si sviluppa sulla pelle;
  • dal sistema respiratorio.

Il tratto gastrointestinale del bambino può rispondere a un allergene con le seguenti manifestazioni:

  • aumento della flatulenza o colica nella pancia;
  • diarrea o costipazione;
  • troppo rigurgito;
  • nausea e vomito.

Sulla pelle, un'allergia si manifesta sotto forma di:

  • esfoliazione delle particelle di pelle con arrossamento;
  • orticaria;
  • eruzioni cutanee sulla pelle;
  • gonfiore dei tessuti molli;
  • arrossamento e macchie sulla pelle del bambino;
  • c'è un aumento della sudorazione, che contribuisce alla formazione di sudori.

I problemi respiratori possono causare problemi respiratori, mancanza di respiro e, in casi particolarmente gravi, soffocamento.

Importante! Molto spesso, i bambini piccoli reagiscono molto fortemente al cibo.

Ecco perché le allergie alimentari nei bambini sono un fenomeno frequente. Come capire che un bambino è allergico e identificare il principale allergene? I medici raccomandano di tenere speciali diari alimentari in cui si dovrebbe notare la quantità e la qualità dell'assunzione di cibo. Inoltre, i prodotti che sono altamente allergenici e in grado di provocare una reazione allergica in un piccolo corpo dovrebbero essere esclusi dalla dieta. Inoltre, le madri che allattano dovrebbero scegliere attentamente una dieta per loro, poiché l'allergene può passare nel bambino attraverso il latte materno.

E prima di tutto, per capire che il bambino è allergico, il pediatra aiuterà, quindi prima di fare una diagnosi tu stesso, dovresti consultare uno specialista per un esame qualificato.

Cosa fare se il bambino è allergico alla miscela di latte?

A volte le reazioni allergiche si manifestano così fortemente che il bambino sembra "fiorire" dai sintomi che si sono manifestati e per capire se si sviluppa un processo infiammatorio o un'allergia, è necessario superare una serie di test specializzati.

Come dimostra la pratica, i bambini che seguono un'alimentazione artificiale o mista sviluppano una reazione allergica agli alimenti per bambini. Come capire che i bambini sono allergici alla miscela? Come scegliere il cibo "sicuro" per il bambino?

La manifestazione di una reazione allergica alla miscela di latte avviene allo stesso modo di un'allergia a qualsiasi altro prodotto. Con le sue manifestazioni deboli, la quantità della miscela consumata dal bambino dovrebbe essere ridotta. Per fare ciò, puoi aggiungere un po 'più di acqua del solito. Pertanto, il bambino è pieno, ma anche il carico sul tratto digestivo sarà inferiore. Di conseguenza, i sintomi allergici dovrebbero scomparire.

Se i sintomi allergici non scompaiono, è necessario considerare la necessità di modificare la formula del bambino. Ma prima di correre al negozio per acquistare alimenti per bambini di un altro produttore, è meglio consultare un medico per un consiglio, che ti aiuterà a capire quali allergie ci sono nel neonato e quale marca di formula del latte è meglio scegliere.

Una buona pappa non dovrebbe includere proteine ​​del latte. Questo componente è un prodotto altamente allergenico che provoca attacchi allergici nei neonati. Le miscele che contengono componenti del latte fermentato con probiotici sono facilmente assorbite dal corpo del bambino. Grazie a quest'ultimo, si verifica lo sviluppo di batteri benefici e il tratto gastrointestinale affronta facilmente il cibo in arrivo. Il passaggio a un nuovo tipo di nutrizione dovrebbe essere regolare - entro 5-10 giorni. Oggi sugli scaffali dei supermercati puoi vedere un'ampia selezione di alimenti terapeutici per bambini.

Allergia: cos'è, perché sorge e come affrontarla

Le allergie disturbano molte persone. Oggi scopriamo come identificare questo problema e come affrontarlo..

L'allergia è apparsa molti secoli fa, ma il termine è stato introdotto in uso solo all'inizio del secolo scorso dal pediatra viennese Clemens von Pirke. Il medico ha iniziato ad osservare i sintomi dei pazienti ed è stato in grado di concludere che sono causati da fattori esterni: polvere, capelli, piante, punture di insetti e persino cibo.

Oggi, una persona su cinque soffre di questa malattia e spesso la porta alla morte. Sorprendentemente, anche le arachidi uccidono più di mille persone ogni anno..

Che cos'è un'allergia??

L'allergia è un tipo di reazione del sistema immunitario a molecole proteiche innocue (allergeni). È noto che maggiore è la molecola proteica, maggiore è la sua capacità di provocare allergie. In altre parole, le allergie sono reazioni indesiderate che non si trovano in una persona sana. Questa è una reazione modificata, ma ancora protettiva del corpo. Una malattia può essere congenita o acquisita: i genitori possono ereditarla e i loro figli.

Il compito di chi soffre di allergie è quello di cercare di non provocare lo sviluppo di una reazione allergica. Più spesso incontra il suo allergene nascosto, più è probabile che abbia questa malattia. Esiste anche un'allergia professionale. Ad esempio, i medici stanno sviluppando una reazione ai guanti in lattice e ad altri farmaci..

Le sostanze che causano la malattia contengono proteine. Ma ci sono rari casi in cui una persona ha un'allergia, ad esempio, al sole. Il sole e gli scoiattoli sono cose completamente diverse. Si scopre che con disturbi digestivi si può sviluppare la fotodermatosi e a una persona è vietato prendere il sole. Il sole, la pelle e l'intestino sono interconnessi. Il compito del sistema digestivo è quello di scomporre il più possibile tutte le proteine ​​alimentari in quelle catene che non possono causare reazioni difensive.

Come procede una reazione allergica?

Una reazione allergica ha tre fasi:

  1. Le proteine ​​vegetali o dietetiche, che entrano nel corpo, provocano un processo di sensibilizzazione. Le cellule immunitarie dei linfociti B lo memorizzano e iniziano a produrre anticorpi.
  2. Quando questa proteina rientra nel corpo, gli anticorpi si legano ad esso e i recettori dei mastociti - basofili ed eosinafili.
  3. Come risultato di questo contatto, si verifica la degranulazione, cioè il rilascio di istamina, che provoca molte reazioni allergiche: prurito cutaneo, secrezione nasale, tosse, eruzione cutanea, attacco d'asma e molto altro.

Lo shock anafilattico può essere considerato la versione peggiore di una reazione allergica. In questo caso, appare un prurito improvviso, immediatamente seguito da mancanza di respiro e shock causati da un forte calo della pressione sanguigna. Nei casi più gravi con shock anafilattico, sono possibili edema polmonare e cerebrale, che può portare alla morte.

Sfortunatamente, le allergie tendono ad espandere lo spettro delle proteine ​​a cui il sistema immunitario risponderà. Ad esempio, inizialmente c'era un'allergia solo al polline di betulla, e poi è apparso su erbe, zecche e polvere domestica. Un altro svantaggio è l'aumento del numero di malattie allergiche in un paziente. Ad esempio, un bambino nel primo anno di vita aveva una dermatite atopica, dopo tre anni appariva la rinite allergica e dopo un po 'si sviluppò l'asma bronchiale. In relazione a questa tendenza, il paziente deve essere regolarmente osservato da un allergologo e ricevere una terapia adeguata..

11 sintomi allergici inaspettati che non possono essere ignorati

I segnali di avvertimento possono includere mal di testa, costipazione e persino cerchi sotto gli occhi..

L'allergia è l'allergia più comune. La statistica è una malattia cronica in Europa. Da una forma o dall'altra di questa malattia, soffre dal 10 al 40% della popolazione mondiale e entro il 2025 il numero di malati può aumentare al 50%.

Esiste uno stereotipo che le allergie sono facili da riconoscere. Occhi acquosi, naso che cola, eruzioni cutanee - in effetti, questi sono i segni più comuni. Ma ce ne sono altri. Non meno indicativo.

Gli hacker hanno raccolto sintomi che potrebbero indicare una reazione allergica cronica. Anche se non sei pronto a considerarti allergico.

1. Mal di testa

Un mal di testa può avere dozzine di cause. È possibile supporre che la testa si stacchi a causa di un'allergia, in base alla natura delle allergie Mal di testa di sensazioni spiacevoli. Esistono due opzioni:

  1. Il dolore è localizzato nell'area dei seni nasali e dà al naso.
  2. Il dolore è unilaterale (interessa solo il lato sinistro o destro della testa), pulsante. Può intensificare dalla luce solare intensa ed essere accompagnato da nausea.

Se tali attacchi vengono ripetuti regolarmente, ha senso consultare un terapista o direttamente a un allergologo. Questo può essere un sintomo sorprendente della febbre da fieno..

2. Costipazione

La costipazione è uno dei segni comuni di allergie alimentari. Questo è particolarmente pronunciato nei bambini piccoli..

Uno studio sull'allergia alimentare come causa di costipazione nei bambini nei primi tre anni di vita - osservazioni proprie, riguardanti quasi 9.500 bambini di età inferiore ai tre anni, hanno rilevato: il 73% dei bambini che hanno avuto problemi di stitichezza sono stati successivamente diagnosticati con allergie proteiche. latte di mucca.

Negli adulti, la relazione tra costipazione e allergia alimentare non è così semplice Articolo di revisione: costipazione cronica e ipersensibilità alimentare - una relazione intrigante. Tuttavia, si presume che lo sia. Se hai regolarmente difficoltà a defecare, il tuo corpo potrebbe soffrire di qualche tipo di allergene nella tua dieta..

3. Una costante sensazione di affaticamento

Un'allergia alle piante di polline, polvere, peli di animali domestici è accompagnata da edema nei passaggi nasali. A causa dell'edema, anche se è insignificante e quasi impercettibile, i motivi per cui sei a corto di respiro possono peggiorare la fornitura di ossigeno ai polmoni e la fornitura di organi e tessuti. Ma non è tutto.

A causa di difficoltà con la respirazione nasale, una persona non riesce a dormire a sufficienza. Di notte si sveglia spesso e al mattino si alza, senza sentirsi riposato. Giorno dopo giorno, la fatica accumula sintomi allergici. Fatica. E questa è una chiara indicazione per una visita dal terapeuta.

4. memoria compromessa

Data la continua mancanza di sonno, concentrazione e problemi di memoria, 7 cause comuni di dimenticanza sono assolutamente prevedibili.

5. Labbra screpolate

L'abitudine di respirare attraverso la bocca fa sì che le labbra si tessano, si secchino e si spezzino. Spesso, le labbra screpolate sono quasi il primo sintomo che i medici notano nei soggetti allergici che sono appena arrivati ​​al primo appuntamento "tematico".

6. Dolore addominale

Secondo Cleveland Clinic Food Problems: è un'allergia o un'intolleranza, i crampi addominali lievi regolari sono un segno relativamente comune ma spesso trascurato di allergia alimentare..

La causa del dolore sono le istamine, che vengono prodotte nel tratto gastrointestinale in risposta al contatto con un allergene..

7. Occhiaie sotto gli occhi

Gonfiore allergico nei seni causano cosa sono gli Shiners allergici? a ristagno di sangue nei piccoli capillari sotto gli occhi. I vasi sanguigni si espandono, si scuriscono e diventano visibili sotto la pelle più sottile intorno agli occhi.

8. Perdita dell'olfatto

Se non si cura la congestione nasale associata ad allergie (ad esempio, non accorgersene e abituarsi a respirare attraverso la bocca), ciò può portare a un deterioramento o persino a una perdita di profumo di anosmia Perdita dell'olfatto.

9. Diminuzione della sensibilità al gusto

La capacità di ricevere sensazioni gustative è strettamente correlata al senso dell'olfatto. Se hai problemi con il profumo, il gusto diventa noioso. Il cibo inizia a sembrare fresco, "no".

Si può notare una diminuzione della sensibilità del gusto attraverso segni indiretti. Ad esempio, hai iniziato a cercare uno shaker e uno shaker più spesso di prima per migliorare il gusto dei piatti.

10. Voce rauca

Con gravi allergie, i percorsi vocali si contraggono. Questo può portare a raucedine. Se la raucedine non scompare entro 7-10 giorni, è necessaria una visita dal terapista.

Un segno di allergia ai segni delle allergie può anche essere una tosse secca ossessiva senza motivo per cui non puoi liberarti di.

11. Aumento dell'ansia

Lo shock anafilattico - una forma forte di una reazione allergica - a volte sembra un attacco di panico Attacchi di panico / ansia ricorrenti: mascherato di anafilassi e sfida alla presa completa della storia. Se si verificano regolarmente attacchi di panico e non si capisce cosa li sta causando, prestare attenzione all'ambiente circostante..

Cosa hai appena mangiato? Come si respira? Indossavi guanti in lattice sulle mani? O forse hanno preso delle medicine? Il panico può essere la risposta del corpo a un incontro con un allergene che è personalmente pericoloso per te. E varrebbe la pena installarlo.

Se ritieni di essere allergico, contatta il tuo medico di famiglia e spiegagli in dettaglio i sintomi che ritieni sospetti. Il medico effettuerà un esame, ti chiederà lo stile di vita, la dieta, le cattive abitudini. Molto probabilmente, proporrà di superare una serie di test per escludere altre malattie.

Se il suggerimento di un'allergia nascosta sembra ragionevole per il terapeuta, riceverai un rinvio a uno specialista più ristretto - un allergologo. E già sotto la sua guida, verrai testato per gli allergeni per trovare la sostanza che provoca la reazione violenta del tuo corpo.